ICEF


.

Il XXI secolo è stato il secolo più caldo in assoluto dove le temperature hanno raggiunto livelli preoccupanti a causa dell’intervento umano. Il surriscaldamento globale quindi è una delle cause che ha spinto molti di noi ad occuparci in qualche modo del nostro pianeta. Lo sa bene il primo ministro giapponese: Shinzo Abe che non solo ha proposto una riduzione del 50% delle emissioni di gas sulla terra ma ha anche istituito una conferenza mondiale in cui i principali responsabili politici di tutti i paesi del mondo insieme con uomini d’affari importanti, si incontrano annualmente per trovare delle soluzioni a questo problema.

ICEF (Innovation for Cool Earth Forum) rappresenta oggi l’appuntamento più importante per numerosi studiosi che continuano ad interrogarsi sul futuro del nostro pianeta. Nell’ultimo congresso di Febbraio 2018 è stata redatta una top ten  delle migliori invenzioni innovative che hanno contribuito alla riduzione dell’inquinamento in tutto il mondo.

L’obiettivo di tale iniziativa è quello di sensibilizzare e fare il punto della situazione sull’attuale stato dello sviluppo e diffusione di tecnologie a zero emissioni. I progetti vincenti sono stati selezionati in base al loro potenziale di riduzione delle emissioni di gas serra, all’eccellenza nell’innovazione, alla fattibilità.

Tante novità soprattutto nel fotovoltaico come il progetto 31.17% solar sunroof triple-junction module efficiency, sviluppato dalla Sharp. Il carattere innovativo di questa tecnologia, che mostra la più alta efficienza di conversione del fotovoltaico come modulo, permetterà di accelerare la transizione energetica, con il passaggio all’energia elettrica da fonti non fossili.

Tra i migliori anche il New world record for thin-film solar cells (“Nuovo record mondiale per celle solari a film sottile”) è un programma sul solare della ZSW  (Centre for Solar Energy and Hydrogen Research Baden-Württemberg) che racchiude la conversione fotovoltaica in una cella solare a strato sottile ed economico. Tutto ciò consentirà quindi di portare a un rapido e significativo abbattimento delle emissioni dei gas serra.

Novità anche nell’eolico come il progetto World’s tallest wind turbine integrated with pumped storage hydro. Il più grande parco eolico al mondo che integra al suo interno un sistema di stoccaggio dell’acqua realizzato in Germania dalle aziende Max Bögl Wind AG e GE Renewable Energy. Primo grande parco eolico a integrare lo stoccaggio dell’acqua nelle turbine, potrebbe contribuire fortemente alla diffusione dell’energia eolica in futuro.

Altra grande invenzione è  il Flight powered by biofuel made from residual wood, progetto pilota nel settore delle biomasse di Northwest Advanced Renewables Alliance, ICM e GEVO. La Alaskan Airlines è la prima compagnia aerea ad utilizzare per i propri voli commerciali un combustibile rinnovabile ottenuto da biomasse (residui forestali).

Bello anche il Demonstration of Positive Energy Building begins in Lyon. Una costruzione realizzata in Francia dalla Toshiba che riguarda un  edificio a bilancio energetico positivo in grado di generare più energia di quanta ne consumi (attraverso fotovoltaico, batterie di accumulo e materiali per l’accumulo del calore controllati da un sistema di gestione dell’energia).

Queste sono solo alcune delle 10 innovazioni premiate nel corso del congresso. Appuntamento ora ad ottobre per l’Icef 2019, per chi volesse maggiori informazioni basterà andare sul sito dell’ICEF.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web