Giornata della memoria 2018: risorse didattiche


Anche quest’anno vi propongo un elenco di risorse e materiali didattici utili per celebrare in classe la Giornata della Memoria 2018. Le proposte sono assai diverse, alcune destinate a studenti di scuola secondaria di I e II grado, altre da utilizzare fin dalla scuola primaria….

Leggi tutto “Giornata della memoria 2018: risorse didattiche”

Raccolta di video didattici per la scuola primaria da Paola Limone

Qualche anno fa segnalai Huzzaz come prezioso strumento per creare collezioni di video.

Paola Limone, punto di riferimento per tanti colleghi (chi non conosce http://www.sieteprontianavigare.it/?) e, prima ancora, mia carissima amica, ci fa due regali in un colpo solo, mettendoci a disposizione il suo archivio di video didattici per la scuola primaria e permettendoci di comprendere come utilizzare questa risorsa per strutturare le proprie raccolte di video da recuperare facilmente per l’utilizzo nella didattica, anche in una prospettiva di flipped classroom
Leggi tutto “Raccolta di video didattici per la scuola primaria da Paola Limone”

Matematica: 10 strumenti compensativi per la scuola primaria [mini-guida]

DSA e matematica: quali sono gli strumenti migliori per compensare eventuali difficoltà? Calcolatrice? Tavola pitagorica? O c’è altro? Una guida per conoscerli e sceglierli.

Bambini e ragazzi con DSA possono incontrare difficoltà in matematica per motivi diversi. Non solo la discalculia, ma anche la dislessia, la disgrafia e la disortografia possono interferire con il calcolo, la risoluzione di problemi e l’apprendimento dei concetti matematici.

Per esempio, c’è chi confonde numeri graficamente simili (1 e 7, per esempio, oppure 3 e 8), chi sbaglia nel leggere i numeri grandi contenenti lo 0, chi fatica ad imparare le tabelline, chi scrive in modo illeggibile e sbaglia per questo i calcoli, chi sembra non capire il testo dei problemi, e così via… Leggi tutto “Matematica: 10 strumenti compensativi per la scuola primaria [mini-guida]”

Trilussa, 10 poesie brevi e fulminanti

Il 26 ottobre del 1871 nasceva a Roma il poeta e scrittore Trilussa, pseudonimo anagrammatico di Carlo Alberto Salustri (salustri – trilussa), celebre per i suoi versi in dialetto romanesco e per lo stile satirico e dissacrante degli usi e dei costumi della borghesia e della piccola borghesia della sua epoca.

Le prime pubblicazioni di Trilussa, prevalentemente sonetti, risalgono agli anni intorno al 1890, soprattutto sul quotidiano romano Il Messaggero, col quale collaborerà per molti anni. La prima pubblicazione libraria è del 1889: “Stelle de Roma. Versi romaneschi”. Seguiranno poi moltissime raccolte tra cui “Quaranta sonetti romaneschi” (1894), “Favole romanesche” (1901), “Sonetti romaneschi” (1909), “Omini e bestie” (1914) e il celebre poemetto “La vispa Teresa” (1917). Durante gli anni del fascismo Trilussa non solo non prese mai la tessera del partito fascista, ma riuscì a non subire conseguenze per il fatto di dichiararsi sempre non-fascista (pure se mai si dichiarò esplicitamente antifascista) e pur non mancando mai tuttavia, neanche durante il regime, di continuare a satireggiare il potere così come la cieca obbedienza del popolo…
Leggi tutto “Trilussa, 10 poesie brevi e fulminanti”

Quadro iniziale PEI e PDF

In questo spazio troverete una raccolta di Pei (piani educativi individualizzati) che possono essere utilizzati come spunto per successive redazioni.

Ricordiamo che senza una corretta analisi della situazione di partenza , senza osservazioni partecipate e non, senza test individualizzati, insomma senza una diretta conoscenza dell’alunno, non esistono Pei e programmazioni valide. Per dare a ciascun docente questo tempo di conoscenza dell’alunno, infatti tali documenti si consegnano a novembre.

Prendetevi tutto il tempo che occorre per conoscere il vostro alunno, basatevi su tutte le prove di ingresso possibili, indagate la sua unicità e laddove necessario chiedete al Dirigente scolastico più tempo, non ve lo si può negare soprattutto se non siete in servizio dall’inizio dell’A.S… Leggi tutto “Quadro iniziale PEI e PDF”

70 SITI WEB PER IMPARARE BENE L’INGLESE [SUPER RACCOLTA]

Lo sappiamo tutti. Imparare l’inglese è molto importante perchè moltiplica le nostre opportunità di comunicare in un’altra lingua e con un numero sempre maggiore di individui.

Persone di tutto il mondo ogni giorno si iscrivono a corsi di inglese per studiarlo come seconda lingua, mentre spesso i bambini hanno la fortuna di apprenderlo per studio o circostanze varie già in tenera età.

Tranne che in Italia…

Già, sappiamo tutti che a noi italiani ha dato sempre fastidio studiare le lingue. E cosi ci siamo fatti grandi e molti di noi hanno ancora molte difficoltà a parlare fluentemente inglese.

Ce ne accorgiamo quando ci troviamo in un Paese straniero. Quasi sempre rimaniamo a bocca chiusa nonostante la nostra voglia di comunicare…

Quindi, di seguito ho voluto elencare le 5 principali ragioni per cui dovresti cominciare a studiare ed imparare l’inglese… Leggi tutto “70 SITI WEB PER IMPARARE BENE L’INGLESE [SUPER RACCOLTA]”

Camillo Bortolato – Metodo Analogico

Cos’è il Metodo Analogico

 

E’ il modo più naturale di apprendere mediante metafore e analogie, come fanno i bambini che nella loro genialità imparano a giocare, a parlare o usare il computer ancor prima degli adulti.
E’ il metodo del cuore cioè dell’intuizione a tutto campo,  esercitata a 360 gradi,  per accogliere tutto,  nella fiducia e nell’accettazione,  senza  timore, e senza il bisogno di controllo che blocca ogni cosa.
Propone  come strumento  fondamentale  la Linea del 20,  che sviluppa il calcolo mentale  simulando il funzionamento delle mani , un vero e proprio computer analogico  fornito dalla nostra natura…

Leggi tutto “Camillo Bortolato – Metodo Analogico”

Il metodo analogico di Camillo Bortolato diventa anche APP

Una nuova e divertente applicazione per avvicinarsi alla matematica in modo naturale e spontaneo, fin dalla scuola dell’infanzia.

In compagnia dell’uccellino Pitti, i bambini si divertiranno con tantissimi esercizi e attività basati sul Metodo Analogico di Camillo Bortolato per imparare a volare con la matematica, mettendosi alla prova con:

  • la lettura intuitiva delle quantità da 10 a 10.000
  • le addizioni e sottrazioni
  • le prime risoluzioni intuitive di problemi
  • la lettura delle quantità con gli Euro
  • le cornicette da colorare.

Con IN VOLO CON LA MATEMATICA, i bambini avranno la possibilità di imparare anche da soli, l’insegnante potrà approfondire in classe il lavoro in un clima di serenità e condivisone, mentre i genitori potranno avere il programma svolto a scuola a portata di mano per aiutare i propri bambini

Leggi tutto “Il metodo analogico di Camillo Bortolato diventa anche APP”

Le metamorfosi di Ovidio

Vittorio Sermonti rappresenta un caso unico di autore traduttore dantista teatrante che a partire dalla radio, e in un continuo ritorno agli studi di registrazione, ha saputo dare vita come forse nessun altro a un discorso pubblico intorno ai classici. Torniamo ad ascoltare la sua voce, a meno di un anno dalla scomparsa, perdendoci fra i dodicimila esametri di questo libro supremo, lasciandoci accompagnare dalla sua traduzione elegante e spericolata. Un’incredibile raffica di mutazioni, «scandite da scarti di timbro, aritmie, modulazioni, tracciate talora da un’ironia micidiale, sull’orlo talora del gossip; dove però ad ogni passo può spalancarsi il crepaccio della tragedia».

Ascolta la lettura >>

Leggi tutto “Le metamorfosi di Ovidio”

I QUADERNI DEL CODING

IMPARIAMO IL LINGUAGGIO DELLE COSE

La nostra lingua madre ci permette non solo di comunicare, ma anche di formulare pensieri complessi che mentalmente esprimiamo a parole.

Il coding produce un effetto simile, dandoci una marcia in più nella formulazione di soluzioni costruttive ai problemi che dobbiamo affrontare.

Gli strumenti che abbiamo oggi a disposizione per avvicinarci al coding in modo intuitivo, immediato e divertente, permettono di acquisire il pensiero computazionale con gli stessi meccanismi informali con i quali impariamo a parlare: imitazione, necessità, esperienza, interazione.

In pratica, è come se il coding potesse essere appreso come una seconda lingua madre!…

Leggi tutto “I QUADERNI DEL CODING”

Pagina 1 di 812345...Ultima »