Bellezza rara

Bellezza rara

Mi chiamo Valentina Stella, ho 39 anni, due figlie, un marito, due gatti, una vita professionale che è cambiata radicalmente qualche anno fa e una nuova vita a Lussemburgo iniziata da poco. Amo Torino, New York, il vino rosso, i viaggi, il momento prima di un bacio, Seattle, gli Stati Uniti in generale, Lisbona, la luce sopra il Tago, la malinconia, la saudade e le risate quando scoppiano e tu non sai controllarle. Bellezza Rara è il luogo in cui raccolgo tutti i miei pensieri. Sparsi.

Rating : 91Rating : 91Rating : 91Rating : 91Rating : 91Rating : 91Rating : 91Rating : 91Rating : 91Rating : 91




Bellezza Rara

«Tu non ti preoccupare, pensa a divertirti»
Avrei mille cose da raccontare sul weekend che è appena passato, vorrei parlare di quando ho aspettato le mie quattro amiche all’aeroporto emozionata come una sedicenne con il primo fidanzato perché l’amicizia è molto simile all’amore soprattutto quando ci si vede poco e ci si vuole molto bene, ma avrei anche da raccontare di quell’amore grande che ho in casa, quell’uomo alto 197 centimetri che per farmi passare tre giorni tranquilla con le mie amiche venerdì ap… Leggi tutto
24 June 2019, 1:27pm

Come una bambina grande
Tutti mi dicevano «Guarda che il tempo passa, non preoccuparti», io invece mi preoccupavo perché non avevo mai avuto esperienza di bambini impegnativi, Guia è sempre stata bravissima, ha sempre dormito, e invece Benedetta no, ma non è stato solo il dormire. Quando ero incinta Emiliano scherzando mi diceva «Se ha il tuo carattere siamo rovinati», e infatti così è stato: i primi tre anni sono stati faticosissimi, ovviamente fuori ho raccontato un decimo delle difficoltà, dei momenti in c… Leggi tutto
1 December 2018, 8:56am

Il fado succede
Mi devo ricordare di raccontare di questa serata che ho passato in un minuscolo locale dell’Alfama ascoltando il fado. Non uno di quei ristoranti in cui tu entri, la signora canta, i signori suonano la chitarra, olà, boa noite, ciao, no. Un locale piccolo con quattro tavoli piccoli e una fadista, Rita, che di mestiere canta negli ospizi di Lisbona. «Perché il fado negli ospizi?» «Perché ci sono anziani che non riconoscono i figli, ma se sentono suonare e cantare il fado, si mettono a… Leggi tutto
12 November 2018, 9:56am

L’alfabeto dei Terrible Two
A di AIUTO, ma non come durante i primi giorni: AIUTO, nel senso di «Qualcuno mi aiuti». B di notti in BIANCO: dovrebbe andare molto meglio ora, dai. Almeno di notte. In teoria dovrebbe dormire tutta la notte. Vedi che le cose migliorano? Almeno di notte, ripeto… C di COLICHE: sono ricordi lontanissimi ma ci saranno giorni in cui lo/la guarderai con attenzione mentre si rotola sul pavimento del supermercato spaccando i timpani del signore che lavora nella banca a due isolati da lì e p… Leggi tutto
26 July 2018, 9:26am

Perdonarsi
Le bambine stanno giocando in camera, c’è un’amica di Guia con loro, la sua migliore amica dai tempi della scuola materna, Beatrice, le sento ridere, litigare, ridere, litigare, litigare, litigare, litigare, «Mamma, Benny si è presa tutti i nostri giochi», «Guia, impara a negoziare», «Cosa vuol dire negoziare?», «Lo facciamo da otto anni e mezzo tu ed io quasi ogni giorno». Valentina ha scritto un post, questo, e io mi sono resa conto che non scrivo qua da tanto tempo, e s… Leggi tutto
3 April 2018, 10:22am

© {}

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web