Unicusano, l’infelice parabola delle università telematiche: i frutti malati della riforma Gelmini



di Piero Graglia Prima di tutto la mobilità. No, non quella studentesca, e neppure quella dei docenti, bensì quella dell’amministratore della Università. Che ne pensate di una bella Rolls Royce Phantom? Sicuramente la rappresentanza è garantita. Poi, se c’è bisogno di andare veloci, ci vuole una Ferrari. Ma non dobbiamo…


Fonte: Scuola – Il Fatto Quotidiano
Leggi l’articolo completo su: Scuola – Il Fatto Quotidiano

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web