Mobilità: per gli insegnanti onesti l’attesa di trasferimento può essere infinita. Lettera


.


Nel 2000 ho partecipato a due concorsi ordinari, vinti, ottenendo l’abilitazione all’insegnamento per la scuola primaria e dell’infanzia (seguendo e rispettando la regolare procedura prevista dal Ministero, senza pretendere di lavorare e accedere al ruolo solo con il Diploma come è di moda negli ultimi tempi), ho iniziato a lavorare…


Fonte: Orizzonte Scuola
Leggi l’articolo completo su: Orizzonte Scuola

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web