Dislessia? Io ti conosco

Dislessia? Io ti conosco

“Dislessia? Io ti conosco” è un progetto di comunicazione nato con i seguenti obiettivi: – trasmettere la conoscenza della dislessia; – sconfiggere l’ignoranza e l’ostruzionismo verso questa difficoltà; – permettere a tutti i bambini e ragazzi dislessici di avere diritto al successo scolastico.
Rating : Rating : Rating : Rating : Rating : Rating : Rating : Rating : Rating : Rating :




\"Dislessia? Io ti conosco\" –

Storie di Dislessia: "Sola contro tutti combatto per il sorriso di mia figlia"
Questa è la storia di Anna Maria, “una mamma disperata” che combatte ogni giorno per i diritti di sua figlia. Per vederla sorridere ancora:”Ci sono momenti in cui la stanchezza sembra prendere il sopravvento, le forze ti mancano, ti accorgi di combattere contro i mulini a vento, ti scontri contro muri di gomma e la voglia di mollare e gettare la spugna è “troppo forte”. Vorresti gridare “basta” “avete vinto” e portare via tua figlia da quella scuola che le nega il diritto allo studio, via… Leggi tutto
22 November 2018, 4:39pm

Storie di dislessia: "Mio figlio non è un dislessico felice"
Dislessici, come più volte detto, si è per sempre. Speriamo tutti che usciti da scuola i nostri ragazzi trovino sulla loro strada molti meno ostacoli. In molti ci riescono e sono tanti gli esempi di dislessici felici. Ma c’è anche chi non ce la fa e continua a inanellare un fallimento dopo l’altro perdendo quasi ogni speranza. La storia che segue ci fa riflettere proprio su questo ultimo aspetto:”Leggo spesso le storie che pubblicate, gli esempi di dislessici famosi o semplici ragazzi che in … Leggi tutto
15 November 2018, 6:28pm

Prendersi cura dei dislessici l’unica "cura" per la dislessia
“La dislessia evolutiva non è una malattia perché non è transitoria, non consiste in un’alterazione di determinate condizioni di partenza e non esiste un rimedio chiaro e rapido per eliminarla. Coloro che parlano di malattia riferendosi alla dislessia evolutiva usano dunque una definizione impropria che, se da un lato determina allarme, dall’altro induce genitori e insegnanti a ricercare rimedi con caratteristiche simili a quelle dei farmaci. Si cerca la cosiddetta “ricetta”, cioè il rimedio… Leggi tutto
20 October 2018, 2:59pm

© {}

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web