“LA DIDATTICA PER COMPETENZE”, libro scaricabile con teoria, esempi ed esperienze pratiche.

La didattica per competenze è un libro corposo, completo, ricco di spunti teorici e di esempi, elaborato dall’Istituto Tecnico Industriale “G. Marconi” di Padova.
Il libro, di 228 pagine, è stato realizzato dal team di docenti.
 Questi gli intenti:

 “Il desiderio perenne di aggiornamento ci ha indotto ad operare serenamente e fruttuosamente in gruppo, alla ricerca di nuove strategie didattico – educative adattabili…
Leggi tutto ““LA DIDATTICA PER COMPETENZE”, libro scaricabile con teoria, esempi ed esperienze pratiche.”

Superiori? “Rivoluzione” fiorentina

C’è una scuola superiore a Firenze che ha imboccato una strada nuova, grazie al preside, Ludovico Arte. Una strada che “va incontro” ai ragazzi…

Uno dei grandi problemi di oggi è rappresentato dai numeri, sconcertanti, dell’abbandono scolastico nella fascia adolescenziale, cioè quando i ragazzi approdano alla scuola superiore. Per questa fascia di età la “proposta educativa” è rimasta ancora più al palo rispetto ad altri ordini e gradi di scuola ed è è sempre più evidente il disagio e lo scollamento tra approccio educativo ed esigenze dei giovani che mutano. A Firenze c’è però un istituto superiore, l’Istituto tecnico statale per il turismo Marco Polo, che sta tentando, non senza fatica e ostacoli, di “cambiare pelle e sostanza”. Come? Lo chiediamo al dirigente scolastico, Ludovico Arte…

Leggi tutto “Superiori? “Rivoluzione” fiorentina”

Musicoterapia: finalità e obiettivi di un intervento con i bambini a scuola

La musica, il linguaggio universale. In che modo diventa anche strumento pedagogico? Prova a chiedere ad un bambino: “E se sostituissimo le parole con dei suoni?” Fino ad alcuni anni fa ho condotto con un certa sistematicità laboratori di musicoterapia nelle scuole. L’ho fatto con i più piccoli e anche con gli insegnanti. A questi ultimi ho provato a spiegare come riuscivo a catturare l’attenzione degli scolari: “Non serve urlare. Se il concetto di silenzio non viene acquisito, allora, facciamolo diventare un gioco.” Un gioco musicale, naturalmente. 

In musica il silenzio è una pausa. In pedagogia il silenzio è ascolto. Di sé e dell’altro. Se c’è silenzio, ogni bambino può accorgersi di chi gli sta intorno, cosa che non accade nel caos delle case e, spesso, anche delle classi. Se il bambino si accorge di chi ha accanto e fa silenzio, gli lascia uno spazio di espressione, lo riconosce, ne ammette la diversità. Ma se il silenzio glielo imponi, egli non lo farà…

Leggi tutto “Musicoterapia: finalità e obiettivi di un intervento con i bambini a scuola”

L’Invalsi è fallita e vi spiego perché

L’Invalsi compie dodici anni. A partire da questa settimana ritorna nelle nostre classi ma pochi hanno compreso a cosa serve, se serve, se migliora il sistema d’istruzione del nostro Paese, perché e come misura gli apprendimenti dei nostri ragazzi.

Molte mamme e papà ogni anno mandano i loro figli a scuola senza porsi troppe domande sul test; se provi a chiedere loro ti rispondono: “Non lo so a che serve. Lo fanno”. Molti, troppi colleghi insegnanti, lo somministrano perché va fatto. Punto e basta. Se indaghi ti rispondono: “Con tutto quello che ho da fare non ho certo tempo come te di far polemica. Lo faccio, punto. Tanto non mi cambia nulla”. Oppure: “Se anche faccio sciopero tanto il dirigente obbliga qualcun altro a somministrarlo. Perciò meglio che stia io in classe”…

Leggi tutto “L’Invalsi è fallita e vi spiego perché”

Storie e Fiabe per bambini da ascoltare e scaricare in MP3

Non c’è bambino che non ami ascoltare e riascoltare Storie, Fiabe e Filastrocche che stimolano la fantasia con avventure e viaggi immaginari; ecco allora a tua disposizione gratuitamente da leggere, ascoltare e scaricare, oltre 500 file audio MP3 con bellissime Storie, Fiabe e Filastrocche narrate in Italiano.

I podcast li trovi un po nascosti all’interno della Biblioteca dei Bambini multilingue nella sezione in Italiano ordinati per Autore, o in alternativa puoi fare una ricerca avanzata per Titolo, Autore, etc.

I Podcast o Audiolibri sono facilmente riconoscibili tra i tanti libri perché contrassegnati dall’icona , clicca sul Titolo per leggere e ascoltare online la voce narrante, mentre per salvare il file MP3 sul tuo PC devi cliccare sulla freccia grigia che trovi a destra del lettore audio in alto…

Leggi tutto “Storie e Fiabe per bambini da ascoltare e scaricare in MP3”

La storia di Lorenzo: dall’autismo al lavoro: “Non è solo silenzio e solitudine”

Leggi tutto “La storia di Lorenzo: dall’autismo al lavoro: “Non è solo silenzio e solitudine””

“Ho fatto un selfie col ministro Fedeli”

Ho fatto un selfie col Ministro Fedeli. E’ successo davvero, il 7 febbraio scorso, al Safer Internet Day di Roma. “Ministro, vuole fare un selfie con un insegnante?”. Purtroppo il primo non è venuto bene, ma non me ne sono accorto certo io: “Professore, è venuto in controluce: rifacciamo?”. Il guaio è che l’abbiamo rifatto nello stesso punto altre due volte. E così, alla fine, non ho fatto un selfie con Valeria Fedeli, ne ho fatti quattro.

Entrato in confidenza – è stata gentile davvero – ho ritenuto di poterle anche scrivere. Ho pensato di chiedere a lei, datore di lavoro “ultimo” e apicale, una conferma sul mio operato. Che dite, le mando questa lettera?

Signor Ministro,
sono il prof di Lettere con cui ha fatto il selfie al Safer Internet Day (non mi chieda però cosa significa: insegno Lettere, non Inglese; e comunque no, non si agiti, non lo chiederò neppure io a lei). Rifletto spesso sulla mia capacità di declinare correttamente le famose “competenze”: le chiedo, in merito, un parere…

Leggi tutto ““Ho fatto un selfie col ministro Fedeli””

Il successo da adulti non dipende dai voti a scuola

Questo signore nella foto è Howard Gardner. E’ un insegnante e psicologo americano di origine ebraica. Le evidenze del suo lavoro nascono dall’osservazione dei bambini tra i banchi di scuola e fino all’età adulta e dimostrano che non esiste correlazione diretta tra prestazioni scolastiche e successo nella vita. Gardner, a cui sono legati gli studi e la teoria delle intelligenze multiple, è stato il primo, infatti, a smontare decenni di ricerche sull’intelligenza, in relazione alla quale la visione scientifica dominante non prendeva in considerazione le ingerenze della vita mentale emotiva.

In effetti, la visione delle scienze umane è molto cambiata da quando la psicologia ha compreso il potere delle emozioni nella vita delle persone.

Le intelligenze multiple

Se siamo arrivati a queste conclusioni, il che oggi è un dato acquisito dalle neuroscienze, lo si deve anche al suo contributo. La parola chiave di questa nuova concezione dell’intelligenza umana è multipla

Leggi tutto “Il successo da adulti non dipende dai voti a scuola”

Il docente liquido

La scuola dell’innovazione richiede un rapporto diverso tra studente e docente in cui l’obiettivo non è più l’apprendimento disciplinare, ma una vera didattica per competenze, personalizzata e condivisa. È chiaro che in questo processo il ruolo chiave è quello del docente, che si sente, oggi più che mai, disorientato e incapace nell’affrontare un cambiamento così  radicale delle modalità di apprendimento dei ragazzi.

Ogni studente possiede stili cognitivi diversi, apprende in modo differenziato, unico e soggettivo: il processo di apprendimento deve dunque essere fortemente orientato all’azione personalizzata, in cui si permette ad ognuno di esprimersi liberamente…

Leggi tutto “Il docente liquido”

Le scuole italiane e il tabù della bocciatura

«Se tutti gli studenti avessero i voti che meritano non verrebbe promosso più del 20 per cento». Spetta a un professore di un istituto tecnico commerciale pugliese il merito di aver ancora una volta portato alla ribalta nel modo più clamoroso, con queste parole (Corriere, 23 aprile), la grande menzogna su cui si regge da anni il sistema dell’istruzione italiano: le promozioni d’ufficio. Proprio perché il suddetto professore non stava al gioco, e viceversa dava ai suoi studenti i voti che meritavano, il dirigente della scuola dove insegnava lo ha sospeso a suo tempo dal servizio: sanzione disciplinare che adesso, dopo ben cinque anni, il giudice del lavoro di Lecce ha però annullato dandogli ragione. Le cose in effetti stanno così: nelle scuole italiane la bocciatura è di fatto bandita, così come è bandito ogni autentico criterio di selezione e quindi di reale accertamento del merito…

Leggi tutto “Le scuole italiane e il tabù della bocciatura”

Latino alle medie per resistere alle nuove “invasioni barbariche”

Emanuela Andreoni Fontecedro, docente ordinario di letteratura latina nell’Università di Roma Tre, ha scritto saggi sui testi di filosofia e di poesia latina e di eredità classica nelle letterature moderne. Da sempre impegnata nella ricerca sulla didattica del latino nei licei, per i quali ha elaborato un metodo applicativo per traduzione della versione latina a partire dai modelli linguistici di Tesnière-Sabatini, si è occupata recentemente anche dell’insegnamento delle cultura classica e della lingua latina nella scuola media. Per la scuola, è coautrice di “Guida alla traduzione del testo latino” (Studium 2017).

Citando un celebre saggio di Traina, nella società del terzo millennio, il latino per chi? il latino perché?

Sono intervenuta molte volte su questo argomento a partire dagli anni 80, quando promossi un appello per il latino che rimbalzò agli onori dei giornali e della televisione e delle tesi di laurea in pedagogia. Ma è stato tutto vano e il fallimento della prospettiva educativa di questo paese, e degli altri stati europei, che hanno rinunciato alla loro identità culturale — fondata nel latino e nella cultura umanistica — è sotto gli occhi di tutti…

Leggi tutto “Latino alle medie per resistere alle nuove “invasioni barbariche””

Come accadde che un punto cambiò la storia

“Punto. Due punti. Punto e virgola. Ma sì… Adbundadis adbundandum. Se no, poi, dicono che siamo tirati”. Chi non ricorda la celebre scena della lettera che Totò detta a Peppino? Certo, non potevano immaginare che sarebbe successo davvero di distribuire a caso la punteggiatura. L’amara considerazione è che oggi abbiamo mediamente disimparato a scrivere. Per imperizia o per pigrizia. Ma in un celebre episodio, un punto cambiò il corso degli eventi.

Il punto che cambiò il corso degli eventi

La storia leggendaria dell’antica Roma racconta che un soldato si rivolse alla Sibilla per ricevere un oracolo sul suo destino, prima della partenza per la guerra. Il responso era scritto su delle foglie di palma e recitava:
“Ibis et redibis non morieiris in bello” che, tradotto, significa: “Andrai e tornerai non morirai in guerra”…

Leggi tutto “Come accadde che un punto cambiò la storia”

«La grammatica? E’ divertentissima». Il libro inedito di Maria Montessori

Centosettantuno pagine dattiloscritte e una novantina di disegni autografi: lettere, numeri, figure geometriche, soli e pianeti, schizzi della torre di Babele e delle piante del papiro, repliche delle pitture rupestri e delle scritture ieratiche. È emozionante poter sfogliare per la prima volta questo testo inedito di Maria Montessori, anello mancante di una trilogia dalla storia assai travagliata. Mentre i primi due volumi dedicati all’insegnamento della aritmetica e della geometria furono pubblicati in Spagna nel 1934 – anno in cui il fascismo impose la chiusura di tutte le scuole Montessori in Italia – il terzo, intitolato «Psicogrammatica»…

Leggi tutto “«La grammatica? E’ divertentissima». Il libro inedito di Maria Montessori”

50 milioni per fare della scuola un laboratorio di integrazione

Cinquanta milioni di euro per valorizzare le differenze, promuovere l’integrazione, il dialogo interreligioso e interculturale per costruire una maggiore coesione sociale. Per ridurre il fallimento formativo e la dispersione scolastica degli alunni con cittadinanza non italiana, per dare a tutti i nostri studenti una formazione adeguata sul fenomeno delle migrazioni dal punto di vista storico, geografico, politico, sulle culture e sulle religioni. Per fare esperienze tese a sviluppare competenze interculturali, comunicative, linguistiche utili nei percorsi di accoglienza e integrazione. Per favorire la partecipazione delle famiglie nelle attività di scambio e confronto fra culture (sia in fase di scrittura dei progetti che di loro realizzazione). Sono questi gli obiettivi del bando Pon pubblicato ieri, per realizzare nelle scuole progetti di inclusione sociale e integrazione

Leggi tutto “50 milioni per fare della scuola un laboratorio di integrazione”

L’apprendimento non è un quiz: le prove Invalsi vanno abolite!

Pensare di valutare l’apprendimento degli alunni facendo mettere delle crocette qua e là o comunque costringendoli a cercare risposte esatte, appare un equivoco non privo di conseguenze.

Imparare rappresenta un processo operativo complesso che necessita di verifiche applicative più che di nozioni da ripetere. Sappiamo di aver imparato a guidare l’auto quando superiamo la prova pratica. Non basta conoscere teoricamente come funziona il motore.

I test Invalsi banalizzano la conoscenza e riprongono l’arcaica idea di una scuola fatta di contenuti da mandare più o meno a memoria. Si tratta di una modalità superata…

Leggi tutto “L’apprendimento non è un quiz: le prove Invalsi vanno abolite!”

Nasce Rai Radio Kids: il nuovo progetto Rai dedicato ai bambini.

Nasce Rai Radio Kids: il nuovo progetto Rai dedicato ai bambini.

“La parola è quell’elemento che mai si modificherà, sarà sempre unica, insostituibile e straordinaria. E la radio è da sempre un media moderno. Così abbiamo deciso di dare forza ai progetti digitali legati ai diversi target e – a partire dal mese di giugno – proporremo Rai Radio Kids, un canale creato per i più piccoli, senza pubblicità come accade in tv”. Antonio Campo Dall’Orto, Direttore Generale della Rai, ha così annunciato la novità in occasione dell’edizione 2017 di Cartoons on the Bay.

Rai Radio Kids prenderà il via il 12 giugno e si occuperà sia dell’intrattenimento per i più piccoli, con una offerta di musica e canzoni, colonne sonore dai cartoni animati, narrazione e fiabe, sia di tematiche sociali per i più grandi, come la lotta al bullismo e l’educazione all’affettività…

Leggi tutto “Nasce Rai Radio Kids: il nuovo progetto Rai dedicato ai bambini.”

Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è di una scuola felice

Se fossi il ministro delle pubblica istruzione, la prima domanda che mi porrei sarebbe: la scuola del mio Paese è una scuola felice, i bambini, gli adolescenti e i ragazzi che idea hanno della scuola del nostro Paese?

Preso atto della situazione inizierei a valutare le ipotesi per far aumentare il livello di benessere e soddisfazione all’interno della grande macchina di cui sono a capo. Chiamerei al tavolo di discussione i migliori psico-pedagogisti e neuroscienziati, cercherei tutti coloro che in questi anni si sono occupati di come promuovere una scuola sana e felice, non solo per gli alunni ma anche per i genitori e gli insegnanti…

Leggi tutto “Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è di una scuola felice”

Dislessia, due ricercatori del polo di Lucca inventano il sito che aiuta a decifrare i testi

DIFFICOLTÀ a leggere e scrivere? Si possono attenuare, con una propria grafia. Un sito web fornisce gratuitamente la possibilità di verificare, archiviare e riutilizzare il carattere e la grafica scelti. Si chiama Pickeditor, una rapida guida per configurare la propria scrittura personale. È un test che serve per analizzare la familiarità con la lettura ed è anche un nuovo strumento per superare gli ostacoli della dislessia, aiutando chi ha difficoltà di apprendimento.

Lucca, fuori le mura. Un fabbricato coibentato a doppia pelle dinamica, spazi luminosi, bianco dominante, risparmio energetico e sede del Polo Tecnologico lucchese. QZR, lo studio di Arnaldo Filippini, 27 anni, e Luigi Bevilacqua, 28 anni. Arnaldo aostano, Luigi sardo. Studi ad Urbino, innovazione a Lucca. «Appena verificato il focus della loro ricerca li abbiamo adottati, sono diventati lucchesi, per innovativa adozione, appunto»…

Leggi tutto “Dislessia, due ricercatori del polo di Lucca inventano il sito che aiuta a decifrare i testi”

«Panta rei», il Tg fatto dai bambini con la Lingua dei Segni

FOGGIA – Se ne sono andati in giro per le strade impugnando penne, taccuini e microfoni. Hanno raccolto le opinioni dei passanti, realizzato interviste, curato in ogni minimo dettaglio i servizi da mandare in onda. E soprattutto, hanno confezionato e condotto il telegiornale pensato e “segnato” per i bambini.

Un Tg senza barriere, accessibile a tutti. Anche ai loro coetanei con disabilità uditiva. Piccoli giornalisti crescono. “Piccole notizie in corso” come il sottotitolo che anima “Panta rei”, il primo telegiornale dei piccoli realizzato nella Lingua Italiana dei Segni e con sottotitoli.

Lo spazio informativo dedicato in particolare ai bambini non udenti, ma che mira a catturare anche l’interesse dei sordi adulti, viene trasmesso sull’emittente nazionale Padre Pio TV, di San Giovanni Rotondo, a partire dal 21 aprile, alle ore 19.15, ed in replica il sabato seguente alle 10.00 e il lunedì alle 9.15; le puntate vengono caricate anche sul canale YouTube della rete televisiva…

Leggi tutto “«Panta rei», il Tg fatto dai bambini con la Lingua dei Segni”

«I lavoretti scolastici? Inutili» La prof di Yale: «Non aiutano la creatività»

Conigli di Pasqua, alberelli di Natale, cuoricini di stoffa per la Festa della mamma, cravatte di carta coi brillantini colorati per quella del papà, nonni di pastafrolla da appendere sul frigorifero. Alzi la mano chi non ha mai sollevato un sopracciglio ricevendo dal proprio pargolo un ben confezionato «lavoretto» prodotto in classe per qualcuna delle sempre più numerose feste comandate. Ma mentre si pensa a dove custodire il piccolo orrore, forse si può sfogliare il libro scritto da una mamma americana, Erika Christakis – che è anche educatrice e docente all’università di Yale – in cui condensa la sua teoria sull’importanza di un apprendimento che parta dal gioco. «The importance of being little» boccia innanzitutto l’approccio formale, meccanico e prestazionale sempre più diffuso, addirittura a partire dalla scuola materna. E non solo negli Stati Uniti…

Leggi tutto “«I lavoretti scolastici? Inutili» La prof di Yale: «Non aiutano la creatività»”

Riforme, caro Renzi lascia stare che fai solo danni. Lettera

L’ex premier Matteo Renzi, in corsa per la segreteria del PD, è ritornato a parlare della sua riforma “Buona Scuola” che tanto sconquasso ha provocato al mondo dell’istruzione determinando confusione, disorientamento, incertezza del futuro.

Ora caro Renzi, a qualche giorno dalle primarie del Partito Democratico, ritorni di nuovo sul tema della scuola che tanto ha fatto incavolare i docenti perché è considerato lo zoccolo duro del tuo indirizzo programmatico. Sarebbe meglio, caro Matteo, che in caso di vittoria non mettessi più il naso sulla scuola ma lasciassi le cose come stanno, perché potresti provocare altri danni. La legge 107 ha scontentato tutti perché qualcosa non ha funzionato…

Leggi tutto “Riforme, caro Renzi lascia stare che fai solo danni. Lettera”

Dai musei ai centri commerciali: i nuovi luoghi dell’educazione della “società liquida”

Dal “Va’, pensiero” di Giuseppe Verdi al “Pulcino pio“, il processo di de-intellettualizzazione della nostra società è completato. Tutta colpa della globalizzazione che, con la post-modernità, porta al decadimento dei costumi, dei valori e della cultura. Già tutto ciò che è “post”, per il solo fatto di venire dopo qualcos’altro, suona decadente in sé. Ma basta osservare ciò che accade per renderci conto di quanta strada ci siamo lasciati alle spalle in poco più di un secolo. 

La nascita degli Stati Nazionali

Dopo il crollo dell’impero napoleonico ed il fallimento di assoggettare l’Europa all’egemonia francese (1815, Congresso di Vienna), gli Stati Nazionali iniziano a riorganizzarsi. Molti, come l’attuale Germania, per via dei troppi secoli di frammentazione interna e dominio straniero, per riappropriarsi della propria cultura, che nasce dalla riscoperta e dalla valorizzazione delle tradizioni, non possedendone di proprie, iniziano ad inventarne…

Leggi tutto “Dai musei ai centri commerciali: i nuovi luoghi dell’educazione della “società liquida””

109 docenti ringraziano Renzi

Tempo fa, all’inizio di questa tragicommedia che ti ostini a chiamare Buona Scuola, ti scrissi per complimentarmi con le tue geniali idee, ora voglio scriverti per ringraziarti di averle in gran parte attuate portando a buon punto il tuo piano criminale di scientifico sterminio della scuola pubblica e dei suoi componenti.
Grazie Renzi per averci definitivamente dequalificati, degradati, vilipesi e raggirati coprendo poi tutto il fango che ci hai scaricato addosso con una consolatoria e oltraggiosa banconota da 500 euro.
Grazie per aver attuato un’ulteriore frammentazione della categoria con un cervellotico quanto psicotico proliferare di alfabetiche fasi (A-B-C-D) che ci hanno sclerotizzato in gruppi di disgraziati che si guardano in cagnesco contendendosi le briciole rimaste dal banchetto sul sistema scuola…

Leggi tutto “109 docenti ringraziano Renzi”

Intervista a Marco Vigelini su MinecraftEdu

La didattica immersiva

Marco Vigelini è promotore dei laboratori gratuiti di programmazione per bambini CoderDojo ed è uno dei sessanta top Global Mentor di MinecraftEdu.

Ci racconta come è avvenuto il suo incontro con Minecraft?

E’ avvenuto a scuola, precisamente durante l’ora della ricreazione. Sentivamo i bambini parlare tra di loro di Minecraft, ci siamo incuriositi e abbiamo chiesto loro di portare un pc con il programma. Ci aspettavamo una grafica fluida e invece eravamo di fronte a un mondo fatto di pixel.

Abbiamo deciso di approfondire le caratteristiche e le potenzialità del software con l’intento di farne uno strumento per l’apprendimento…

Leggi tutto “Intervista a Marco Vigelini su MinecraftEdu”

Emozioni in gioco: un libro-gioco sulle emozioni

Schede ed attività sulle emozioni non ci stancano mai! Ecco perchè ho creato un libro-gioco da stampare ed assemblare.

Un libricino con 10 pagine di attività per giocare e parlare di emozioni.

Qui trovate il libro delle emozioni da stampare. Ritagliate le pagine e assemblatele come indicato nelle istruzioni. In men che non si dica avrete in mano il vostro libretto da poter utilizzare…

Leggi tutto “Emozioni in gioco: un libro-gioco sulle emozioni”

Pagina 10 di 37« Prima...89101112...2030...Ultima »