La formazione obbligatoria è attività aggiuntiva all’insegnamento: rientra nelle 40 ore


.


Un articolo di Italia Oggi spiega che gli obblighi di formazione rientrano nelle attività funzionali, trattandosi di prestazione non di insegnamento. Il rischio che si corre nello sforamento del monte annuale di tale attività è che si finisca nell’ambito del lavoro straordinario da retribuire, con conseguente danno all’erario. La formazione…


Fonte: Orizzonte Scuola
Leggi l’articolo completo su: Orizzonte Scuola

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web