Docenti, basta lamentele sui social o nei corridoi delle scuole, attuiamo la resistenza passiva per avere un buon contratto. Lettera


.


I docenti che si lamentano sui social, tra di loro nei corridoi delle scuole dovrebbero disertare tutte le attività aggiuntive per essere veramente contrastivi nei fatti. Questa è la vera lotta, la resistenza passiva, la disobbedienza civile nelle scuole italiane per invertire questa tendenza all’appiattimento servile inserita nell’organizzazione della scuola…


Fonte: Orizzonte Scuola
Leggi l’articolo completo su: Orizzonte Scuola

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web