Sarcedo. Anna e la sindrome di down. I suoi compagni di classe le “insegnano” ad essere autonoma

I giornali anche a scadenza giornaliera, raccontano di storie di ordinaria emarginazione di persone con disabilità. Bambini che non sanno cosa vuol dire integrazione,  perchè si imbattono in insegnanti e compagni di scuola che non hanno voglia di entrare in contatto con la disabilità. Che non vanno in gita e non hanno le opportunità che invece, per i normodotati sono un diritto.

A Sarcedo invece, grazie alla sensibilità e alla professionalità di chi crede “nel sostegno” come ruolo educativo per soggetti  diversamente abili e non solo, Anna,  con sindrome di Down, frequenta la prima media a Sarcedo ed i suoi compagni hanno imparato a considerare il suo handicap come motivo di crescita e di educazione…

Fonte: AltoVicentinonline.it
Leggi l’articolo completo su: AltoVicentinonline.it

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web