Graduatorie d’istituto: dove per lavorare serve spesso la fortuna, mica il merito! Lettera



L’esito della procedura ha infatti creato almeno 3 sottocategorie di precari (poveri tra poveri qualcuno ci chiama), come se non bastasse la divisione già presente: Vincitori di concorso senza cattedra, che sperano di entrare di ruolo prima possibile (ma non tutti ce la faranno per l’anno 2017/18, e molti temono…


Fonte: Orizzonte Scuola
Leggi l’articolo completo su: Orizzonte Scuola

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web