Concorso Dirigenti Scolastici: almeno 76 punti per superare la prova preselettiva


Concorso Dirigenti Scolastici

Su circa 34.580 richieste di partecipazione, solo 24.082 candidati hanno partecipato alla prova preselettiva del 23 luglio per il Concorso per Dirigenti Scolastici.

Per chi supererà questo primo sbarramento sarà poi prevista una prova scritta a settembre.

I candidati hanno risposto a 100 quiz estratti da una banca dati di 4000 domande a risposta multipla pubblicate dal Ministero dell’Istruzione il 27 giugno.

Mentre nel precedente concorso, la prova preselettiva si superava con 80 punti, quest’anno il maggior numero di assenti contribuirà certamente ad abbassare il punteggio utile per superare questo primo sbarramento.

Abbiamo analizzato i dati provenienti da un campione di poco più di 2.000 candidati sul totale dei 24.082 partecipanti alla prova preselettiva e in base ai nostri calcoli abbiamo ottime ragioni per sbilanciarci nel dire che chi ha conseguito una votazione sopra i 76 punti, forse anche qualcosina in meno, può ben sperare di avercela fatta a superare questo primo impegnativo step.

One thought on “Concorso Dirigenti Scolastici: almeno 76 punti per superare la prova preselettiva

  1. MARIA DANIELA PAPPALARDO 24 luglio 2018 at 16:35

    Ritengo che non sia esatto affermare che il maggior numero di assenti al concorso DS 2018 abbia contribuito certamente a fare “abbassare” la soglia di sbarramento da 80 a 76 punti o giù di lì, in quanto nel precedente concorso per Dirigenti Scolastici chi ha totalizzato 80 punti, rispondendo a tutte e 100 le domande, con i criteri del concorso 2018 avrebbe totalizzato 74 punti (eppure è passato). Nel 2011, infatti, non era prevista la penalizzazione di -0,3 punti per ogni risposta errata, pertanto ai candidati che hanno totalizzato 80 punti (su 100 risposte) non sono stati tolti 6 punti per aver risposto in modo errato a 20 domande (ai candidati di quest’anno sì).
    Potremo fare il confronto e dire che quest’anno la soglia di sbarramento si è abbassata rispetto al 2011 solo nel caso in cui la stessa si posizioni al di sotto dei 74 punti, successivamente potremo andare alla ricerca dei motivi che hanno determinato l’abbassamento ( come ad esempio aver dovuto studiare sfiniti dopo un anno di lavoro e in contemporanea con gli esami di stato o i corsi di recupero a scuola , con temperature da record stagionali e così via, mentre la precedente prova preselettiva si è tenuta nel mese di ottobre…).

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web